Lunedì, Ottobre 23, 2017
   
Zoom
Login

PROCESSO CIVILE – IMPUGNAZIONI INCIDENTALI TARDIVE - RICORSO INCIDENTALE ADESIVO – AMMISSIBILITÀ – F

PROCESSO CIVILE – IMPUGNAZIONI INCIDENTALI TARDIVE - RICORSO INCIDENTALE ADESIVO – AMMISSIBILITÀ – FONDAMENTO

SENTENZA N. 24627 DEL 27/11/2007

(Sezioni Unite Civili, Presidente V. Carbone, Relatore U. Vitrone)

In esito ad una segnalazione di contrasto di giurisprudenza effettuata dalla prima sezione con ordinanza n. 22352 del 2006, le S.U., dopo aver sottolineato che il contrasto denunciato era meramente apparente, hanno sottoposto a revisione la tesi dominante (Cass. sez. L, n. 10367 del 2004, rv. 573277; Cass. sez. II, n. 11031 del 2003, rv. 565062), valorizzando il principio dell’interesse all’impugnazione. L'impugnazione incidentale tardiva è sempre ammissibile, a tutela della reale utilità della parte, tutte le volte che l'impugnazione principale metta in discussione l'assetto di interessi derivante dalla sentenza alla quale il coobbligato solidale aveva prestato acquiescenza; conseguentemente, essa è ammissibile, sia quando rivesta la forma della controimpugnazione rivolta contro il ricorrente principale, sia quando rivesta le forme della impugnazione adesiva rivolta contro la parte investita dell'impugnazione principale, anche se fondata sugli stessi motivi fatti valere dal ricorrente principale, atteso che, anche nelle cause scindibili, il suddetto interesse sorge dall'impugnazione principale, la quale, se accolta, comporterebbe una modifica dell'assetto delle situazioni giuridiche originariamente accettate dal coobbligato solidale.

Ripristina la pagina

K2 Login