Mercoledì, Dicembre 13, 2017
   
Zoom
Login

PROCESSO CIVILE - NOTIFICAZIONE DELL'ATTO DI IMPUGNAZIONE - PROCURATORE COSTITUITO ESERCENTE IL PROP

PROCESSO CIVILE - NOTIFICAZIONE DELL'ATTO DI IMPUGNAZIONE - PROCURATORE COSTITUITO ESERCENTE IL PROPRIO UFFICIO FUORI DALLA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI ASSEGNAZIONE, SENZA ELEZIONE DI DOMICILIO NELLA SEDE DEL GIUDICE ADITO

SENTENZA N. 20845 DEL 05/10/2007

(Sezioni Unite Civili, Presidente V. Carbone, Relatore G. Vidiri)

Componendo un contrasto di giurisprudenza, le Sezioni Unite hanno statuito che ai sensi dell’art. 82 del r.d. n. 37 del 1934 - non abrogato, neanche per implicito, dagli artt.1 e 6 della legge n. 27 del 1997 ed applicabile anche al rito del lavoro -, il procuratore che eserciti il suo ministero fuori della circoscrizione del Tribunale cui è assegnato deve eleggere domicilio, all’atto di costituirsi in giudizio, nel luogo dove ha sede l'ufficio giudiziario presso il quale è in corso il processo, intendendosi in mancanza di ciò che egli abbia eletto domicilio presso la cancelleria della stessa autorità giudiziaria, con la conseguenza che tale domicilio assume rilievo ai fini della notifica della sentenza per il decorso del termine breve per l’impugnazione nonché per la notifica dell’atto di impugnazione, rimanendo di contro irrilevante l’indicazione della residenza o anche l’elezione del domicilio fatta dalla parte stessa nella procura alle liti.

Ripristina la pagina

K2 Login