Lunedì, Ottobre 23, 2017
   
Zoom
Login

PROFESSIONI – AVVOCATI – CODICE DISCIPLINARE – NATURA DELLE NORME – CANONI ERMENEUTICI (SENTENZA N.

PROFESSIONI – AVVOCATI – CODICE DISCIPLINARE – NATURA DELLE NORME – CANONI ERMENEUTICI

SENTENZA N. 26810 DEL 20/12/2007

(Sezioni Unite Civili, Presidente G. Nicastro, Relatore A. De Matteis)

Con riferimento ai criteri da seguire nell’interpretazione delle disposizioni previste dal codice disciplinare forense, le S.U., superando il tradizionale orientamento - secondo cui tali norme, essendo espressione di poteri di autorganizzazione degli organi (e dei collegi) vanno interpretate nel rispetto dei canoni previsti dagli artt. 1362 e ss. c.c. (Cass. n. 10482 del 2003) e confermando l’orientamento più recente (Cass. n. 5776 e n. 13078 del 2004) - hanno affermato il seguente principio di diritto: "Le norme del codice disciplinare forense costituiscono fonti normative integrative del precetto legislativo, che attribuisce al Consiglio nazionale forense il potere disciplinare, con funzione di giurisdizione speciale appartenente all’ordinamento generale dello Stato, come tali interpretabili direttamente dalla Corte di legittimità".

Ripristina la pagina

K2 Login