Lunedì, Ottobre 23, 2017
   
Zoom
Login

ORDINAMENTO GIUDIZIARIO - DOVERE DI DILIGENZA - VIOLAZIONE - MAGISTRATO DI SORVEGLIANZA - USO RIPETU

ORDINAMENTO GIUDIZIARIO - DOVERE DI DILIGENZA - VIOLAZIONE - MAGISTRATO DI SORVEGLIANZA - USO RIPETUTO DI MODULI PRESTAMPATI - ILLECITO DISCIPLINARE

SENTENZA N. 24661 DEL 28/11/2007

(Sezioni Unite Civili, Presidente R. Corona, Relatore M. Bonomo)

La ripetuta trasgressione del dovere di diligenza nello svolgimento della funzione giurisdizionale - nella specie realizzata da un magistrato di sorveglianza mediante, tra l'altro, l'adozione di motivazioni confuse, mancanti di parti essenziali, talvolta riferite a istituti giuridici diversi da quelli in applicazione, nonché attraverso l'utilizzazione di stampati non pertinenti e la mancata indicazione del titolo del reato - lede oggettivamente il prestigio dell'ordine giudiziario e integra l'illecito disciplinare ai sensi dell'art. 18 r.d.lgs. n. 511 del 1946 (all’epoca vigente), atteso che, se è consentito ridurre al minimo la motivazione usando moduli prestampati, la stessa dev’essere comprensibile per assicurarne il controllo, altrimenti la discrezionalità connessa al carattere giudiziario delle delicate funzioni attribuite al magistrato di sorveglianza sconfinerebbe in arbitrio.

Ripristina la pagina

K2 Login