Venerdì, Ottobre 20, 2017
   
Zoom
Login

ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITA' - PROVVEDIMENTO DI ACQUISIZIONE SANATE DI CUI ALL'ART. 43 D.P.R

ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITA' - PROVVEDIMENTO DI ACQUISIZIONE SANATE DI CUI ALL'ART. 43 D.P.R. N. 327 DEL 2001 - RAPPORTI CON I PROCEDIMENTI IN CORSO ANCHE AI FINI DELLA GIURISDIZIONE

SENTENZA N. 26732 DEL 19/12/2007

(Sezioni Unite Civili, Presidente V. Carbone, Relatore S. Benini)

Le Sezioni Unite, con riferimento all’art. 43 d.P.R. n. 327 del 2001, concernente l’acquisizione di beni utilizzati dalla pubblica amministrazione in assenza di decreto di esproprio, hanno affermato:
- che la norma è inapplicabile, anche agli effetti della giurisdizione, ove l’acquisizione alla proprietà pubblica sia avvenuta per irreversibile trasformazione del fondo occupato, consumata anteriormente all’entrata in vigore della stessa norma, tanto più ove la responsabilità per l’appropriazione sia definita contrattuale, nell’ambito dell’azione di risoluzione di precedente contratto di cessione dei beni oggetto di occupazione, per inadempimento dell’amministrazione cessionaria;
- che, con riguardo ad azioni di risarcimento da occupazione usurpativa, l’azione risarcitoria intrapresa dal privato per la perdita della proprietà, siccome relativa ad un danno arrecato da un mero comportamento dell’amministrazione, nel quale non è ravvisabile, nemmeno mediatamente, l’esercizio di alcun potere amministrativo, è attribuita alla giurisdizione del giudice ordinario, indipendentemente da un autonomo atto di acquisizione dell’immobile utilizzato senza titolo, adottato conformemente all’art. 43 cit., come atto utile alla trascrizione nei registri immobiliari.

Ripristina la pagina

K2 Login