Lunedì, Ottobre 23, 2017
   
Zoom
Login

GIURISDIZIONE – CONCESSIONI DI PUBBLICI SERVIZI – SANITA’ (ORDINANZA N. 14198 DEL 06/07/2005)

GIURISDIZIONE – CONCESSIONI DI PUBBLICI SERVIZI – SANITA’

ORDINANZA N. 14198 DEL 06/07/2005

(Sezioni Unite Civili, Presidente V. Carbone, Relatore F. Roselli)

La controversia tra una struttura di cura privata ed un'azienda sanitaria locale concernente il pagamento di prestazioni sanitarie erogate in regime di convenzione, poiché non attiene alla validità o alla determinazione del contenuto della convenzione intercorsa tra il soggetto privato e l'A.S.L., ma solo al corrispettivo preteso dal privato concessionario, rientra nella giurisdizione del giudice ordinario. La Corte ha ritenuto che, dopo la parziale dichiarazione di illegittimità costituzionale dell'art. 33 del d.lgs. n. 80 del 1998, come modificato dall'art. 7 della legge n. 205 del 2000, pronunciata dalla Corte costituzionale (sentenza n. 204 del 2005, rilevante nella specie per la naturale retroattività delle sentenze di accoglimento), per effetto della quale le controversie relative a concessioni di pubblici servizi (come l'esercizio del servizio sanitario nazionale da parte di soggetti privati) sono devolute alla giurisdizione amministrativa esclusiva, escluse le indennità, canoni ed altri corrispettivi, ritorna ad essere applicabile il criterio di riparto della giurisdizione già presente nell'art. 5 della legge n. 1034 del 1971, prima delle modifiche apportate con il suddetto art. 33.

Ripristina la pagina

K2 Login