Giovedì, Agosto 21, 2014
   
Zoom
Login

PROCESSO CIVILE – CURATORE SPECIALE – POTERI (SENTENZA N. 12170 DEL 09/06/2005)

PROCESSO CIVILE – CURATORE SPECIALE – POTERI

SENTENZA N. 12170 DEL 09/06/2005

(Sezione Prima Civile, Presidente A. Saggio, Relatore V. Ragonesi)

Il curatore speciale nominato dal Presidente della Corte di cassazione, ai sensi degli artt. 78 e 81 cod. proc. civ., su istanza del socio di una società di persone (sull’assunto che, a causa dell’irreperibilità dell’amministratore e legale rappresentante della società, non era possibile la riunione dei soci ed una modifica dei patti sociali), allo scopo di nominare un nuovo amministratore per la proposizione di ricorso per cassazione avverso la sentenza pronunciata nei confronti della società, non assume i poteri spettanti al legale rappresentante della società, ma può svolgere esclusivamente l’attività richiesta con l’istanza di nomina, e cioè provvedere alla convocazione dei soci allo scopo di permettere la nomina del nuovo amministratore, mentre non è legittimato a proporre direttamente il ricorso per cassazione, con la conseguenza che se ciò faccia il ricorso è inammissibile.

Ripristina la pagina

K2 Login