Venerdì, Ottobre 20, 2017
   
Zoom
Login

SOCIETA' - SOCIETA’ PER AZIONI – DELIBERAZIONI – INVALIDITA’ – MOTIVO ILLECITO (SENTENZA N. 15721 DE

SOCIETA' - SOCIETA’ PER AZIONI – DELIBERAZIONI – INVALIDITA’ – MOTIVO ILLECITO

SENTENZA N. 15721 DEL 27/07/2005

(Sezione Prima Civile, Presidente A. Criscuolo, Relatore S. Salvago)

Investita della questione se le delibere adottate dalla società per azioni per un motivo illecito ai sensi dell’art. 1345 cod. civ. possano farsi rientrare o meno nella disciplina della nullità del negozio, la Corte risponde negativamente. Secondo la sentenza, la disciplina della nullità delle delibere delle società per azioni è regolata soltanto dall’art. 2379 cod. civ., non è integrabile con il sistema delle invalidità in materia contrattuale ed è circoscritta alle ipotesi di impossibilità ed illiceità dell’oggetto, ravvisabili quando il loro contenuto si ponga direttamente in conflitto con norme imperative; mentre ogni altro vizio della delibera, contrariamente ai principi comuni di diritto negoziale, è relegato nella disciplina dell’annullabilità di cui all’art. 2377 cod. civ., nella quale si deve comprendere, quindi, anche la fattispecie in cui l’illiceità investa il motivo (art. 1345 cod. civ.) per cui la determinazione è stata adottata.

SOCIETA’ DI ASSICURAZIONI – REVOCA DA PARTE DEL MINISTRO DELL’AUTORIZZAZIONE ALL’ESERCIZIO DELLE ASSICURAZIONI
La legittimazione a dedurre la radicale assenza del potere del Ministero dell’industria di revocare ad una società per azioni l’autorizzazione all’esercizio delle assicurazioni e di metterla in liquidazione coatta amministrativa compete anche ai soci azionisti.

Ripristina la pagina

K2 Login