Martedì, Ottobre 17, 2017
   
Zoom
Login

ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITA' - OCCUPAZIONE APPROPRIATIVI - NUOVI CRITERI RISARCITORI PREVIST

ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITA' - OCCUPAZIONE APPROPRIATIVI - NUOVI CRITERI RISARCITORI PREVISTI DALLA LEGGE 24 DICEMBRE 2007, N. 244 (LEGGE FINANZIARIA 2008) - APPLICAZIONE

SENTENZA N. 8384 DEL 31/03/2008

(Sezione Prima Civile, Presidente C. Carnevale, Relatore S. Salvago)

La S.C. ha fatto applicazione dell'art. 2, comma 89, lett. e) legge 24 dicembre 2007, n. 244 (legge finanziaria 2008) il quale, colmando il vuoto normativo conseguente alla pronuncia di illegittimità costituzionale (sentenza n. 349 del 2007) dell'art. 5-bis, comma 7 bis, d.l. n. 333 del 1992, convertito con modificazioni, dalla legge n. 359 del 1992, ha modificato l'art. 55 d.P.R. n. 327 del 2001 disponendo che nel caso di utilizzazione di un suolo edificabile per scopi di pubblica utilità, in assenza del valido ed efficace provvedimento di esproprio alla data del 30 settembre 1996, il risarcimento del danno è liquidato in misura pari al valore venale del bene. La sentenza afferma che la norma è applicabile nei giudizi in corso in cui sia ancora in discussione il "quantum" del risarcimento e che quest'ultimo non può superare in nessun caso il valore che il proprietario trarrebbe dall'immobile se decidesse di porlo sul mercato con la destinazione stabilita dallo strumento urbanistico, dovendosi escludere rilevanza ad altre destinazioni di fatto impresse dal proprietario.

Ripristina la pagina

K2 Login