Sabato, Ottobre 21, 2017
   
Zoom
Login

LAVORO SUBORDINATO - DIRITTO ALL’ASSUNZIONE - PREVISIONE DI UNA STATURA MINIMA IDENTICA PER UOMINI E

LAVORO SUBORDINATO - DIRITTO ALL’ASSUNZIONE - PREVISIONE DI UNA STATURA MINIMA IDENTICA PER UOMINI E DONNE

SENTENZA N. 23562 DEL 13/11/2007

(Sezione Lavoro, Presidente S. Ciciretti, Relatore V. Di Nubilia)

In tema di diritto all’assunzione, la Cassazione ha stabilito che viola i parametri costituzionali la previsione di una statura minima, per l’assunzione, identica per uomini e donne, ben potendo il giudice ordinario apprezzare, incidentalmente, la legittimità, ai fini della disapplicazione, della disposizione di rango normativo secondario che stabilisca i limiti minimi di altezza. Nella specie, la S.C. ha cassato con rinvio la decisione della corte territoriale per essersi limitata a ritenere la previsione di una altezza minima (nella specie di m. 1,55 per mansioni di addetta di stazione di metropolitana) rispondente a criteri di sicurezza ed incolumità del personale in servizio e dell'utenza, senza accertare a quali mansioni l'attrice potesse adeguatamente attendere nonostante l’altezza fisica inferiore all’altezza minima richiesta.

Ripristina la pagina

K2 Login