Giovedì, Dicembre 14, 2017
   
Zoom
Login

PREVIDENZA – RICORSO AVVERSO IL DINIEGO DI BENEFICIO PENSIONISTICO – SILENZIO RIGETTO – DECADENZA -

PREVIDENZA – RICORSO AVVERSO IL DINIEGO DI BENEFICIO PENSIONISTICO – SILENZIO RIGETTO – DECADENZA - TERMINE TRIENNALE – DECORRENZA

SENTENZA N. 25670 DEL 07/12/2007

(Sezione Lavoro, Presidente M. De Luca, Relatore M. La Terza)

Ove sul ricorso amministrativo proposto avverso un provvedimento di diniego di un beneficio pensionistico, l'Istituto non abbia adottato alcuna decisione, con conseguente formazione del silenzio rigetto, la decorrenza del termine di decadenza, pur in mancanza del provvedimento di rigetto e nell’impossibilità di rendere l'informativa ex art. 47 del d.P.R. n. 639 del 1970, è stata tuttavia prevista dal legislatore, con la disposizione di cui all'art. 4 d.l. n. 384 del 1992, convertito in legge n. 438 del 1992 che, nell'abbreviare il relativo termine da dieci a tre anni, ha enunciato tre diverse decorrenze - "dalla comunicazione della decisione del ricorso amministrativo", “dalla data di scadenza del termine stabilito per la pronunzia della detta decisione", "dalla data di scadenza dei termini prescritti per l'esaurimento del procedimento amministrativo computati a decorrere dalla data di presentazione della richiesta di prestazione" -, solo nel primo caso presupponendo l'esistenza di un provvedimento di rigetto del ricorso, e contemplando, negli altri due, la mancata adozione del provvedimento.

Ripristina la pagina

K2 Login