Sabato, Dicembre 16, 2017
   
Zoom
Login

LAVORO SUBORDINATO - LESIONE PERSONALE DEL LAVORATORE - CATTIVO FUNZIONAMENTO DI UNA MACCHINA - DILI

LAVORO SUBORDINATO - LESIONE PERSONALE DEL LAVORATORE - CATTIVO FUNZIONAMENTO DI UNA MACCHINA - DILIGENZA DEL DATORE DI LAVORO - SCELTA DI UN TECNICO DI FIDUCIA - RESPONSABILITÀ - ESCLUSIONE

SENTENZA N. 25599 DEL 01/12/2006

Nel caso di cattivo funzionamento di una macchina, l’imprenditore, non necessariamente provvisto delle necessarie cognizioni tecniche, si comporta diligentemente rivolgendosi a persona competente, sicché non è responsabile, ex art. 2087 cod. civ., per i danni da lesione personale causati al lavoratore, il datore di lavoro che, constatato il cattivo funzionamento, incarichi della riparazione un tecnico di sua fiducia e di capacità professionale non contestata dalle parti in causa, il quale compia la riparazione rivelatasi, poi, inidonea per cause non accertate, ma comunque non imputabili al datore.

Ripristina la pagina

K2 Login