Sabato, Dicembre 16, 2017
   
Zoom
Login

PREVIDENZA - CONTROVERSIE ASSISTENZIALI - LEGITTIMAZIONE PASSIVA - INPS - ART. 117 COST. - NORMATIVA

PREVIDENZA - CONTROVERSIE ASSISTENZIALI - LEGITTIMAZIONE PASSIVA - INPS - ART. 117 COST. - NORMATIVA PREESISTENTE - EFFICACIA

SENTENZA N. 23535 DEL 03/11/2006

La S.C., intervenendo in tema di controversie assistenziali, conferma che in tali giudizi la legittimazione passiva non spetta alle Regioni, ancorché titolari delle competenze amministrative relative alla concessione dei benefici, ma all'Inps, sia per le azioni di accertamento e condanna all’erogazione delle provvidenze, sia per quelle di mero accertamento del diritto alla "concessione" del trattamento, nonostante il contestuale conferimento alle Regioni e agli enti locali, delle relative funzioni concessorie, ai sensi delle disposizioni dell'art. 130 del d.lgs. n. 112 del 1998, non modificate dalla legislazione statale sopravvenuta ed innovate solo in ordine al necessario intervento in giudizio del Ministero dell’economia e delle finanze. La S.C. rileva, peraltro, che la perdurante, intatta, vigenza del citato art. 130, confermata dal disposto dell’art. 3, comma 121 della l.n.350 del 2003, non è stata incisa dalle competenze regionali in tema di concessione di benefici o dalla riforma del Titolo V della Parte II della Costituzione, atteso che, anche ove si interpreti il novellato art. 117 Cost. nel senso che la materia delle provvidenze agli invalidi civili rientri nella esclusiva competenza legislativa regionale – esulando, dalla legislazione esclusiva dello Stato, la determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale (art.117, comma 1, lett. m, Cost.) - , in ogni

caso la modifica delle competenze tra Stato e Regione sarebbe suscettibile di tradursi soltanto in nuove e diverse possibilità di intervento legislativo in materia, senza venir meno, in forza del principio di continuità dell’ordinamento giuridico, l’efficacia della normativa preesistente conforme al quadro costituzionale in vigore all’epoca della sua emanazione (v. Corte cost. nn.376, 383,422 del 2002).
leggi il test integrale della sentenza
Ripristina la pagina

K2 Login