Sabato, Ottobre 21, 2017
   
Zoom
Login

PERSONE FISICHE – CAPACITA’ DI AGIRE – AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO – PROCEDIMENTO – DIFESA TECNICA –

PERSONE FISICHE – CAPACITA’ DI AGIRE – AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO – PROCEDIMENTO – DIFESA TECNICA – NECESSITA’ – ESCLUSIONE – LIMITI

SENTENZA N. 25366 DEL 29/11/2006

Cassazione

Affrontando per la prima volta una questione molta discussa presso i giudici di merito ed in dottrina, la Corte di cassazione ha affermato che il procedimento per la nomina dell’amministratore di sostegno, il quale si distingue, per natura, struttura e funzione, dalle procedure di interdizione e di inabilitazione, non richiede il ministero del difensore nelle ipotesi, da ritenere corrispondenti al modello legale tipico, in cui l’emanando provvedimento debba limitarsi ad individuare specificamente i singoli atti, o categorie di atti, in relazione ai quali si richiede l’intervento dell’amministratore; necessitando, per contro, della difesa tecnica ogni qualvolta il decreto che il giudice ritenga di emettere, sia o non corrispondente alla richiesta dell’interessato, incida sui diritti fondamentali della persona, attraverso la previsione di effetti, limitazioni o decadenze, analoghi a quelli previsti da disposizioni di legge per l’interdetto o l’inabilitato, per ciò stesso incontrando il limite del rispetto dei principi costituzionali in materia di diritto di difesa e del contraddittorio.

Ripristina la pagina

K2 Login