Mercoledì, Ottobre 18, 2017
   
Zoom
Login

TRIBUTI – CARTELLA ESATTORIALE – RAPPRESENTANTE DEL SOGGETTO PASSIVO D’IMPOSTA – LEGITTIMAZIONE ALL’

TRIBUTI – CARTELLA ESATTORIALE – RAPPRESENTANTE DEL SOGGETTO PASSIVO D’IMPOSTA – LEGITTIMAZIONE ALL’IMPUGNAZIONE

SENTENZA N. 24975 DEL 25/11/2005

(Sezione Tributaria, Presidente F. Cristarella Orestano, Relatore E. Ferrara)

Colui che ha la rappresentanza di un soggetto passivo d’imposta (persone giuridiche, enti, società, ecc.), e che si veda notificare dal concessionario del servizio di esattoria la cartella esattoriale emessa nei confronti del soggetto rappresentato ed avente ad oggetto l’iscrizione a ruolo dell’imposta, con la sanzione e gli interessi conseguenti, a titolo di conoscenza e in vista dell’eventuale responsabilità solidale per la sanzione prevista dall’ormai abrogato art. 98 del d.P.R. n. 602 del 1973, non è legittimato, per carenza di interesse, ad impugnare la cartella, che è atto emesso nei confronti di altro soggetto, potendo successivamente impugnare l’avviso di mora con il quale eventualmente l’esattoria dia inizio alla procedura di riscossione della sanzione nei suoi confronti, per contestare non solo il rapporto di rappresentanza, ma anche l’esistenza e l’ammontare del debito principale del soggetto passivo.

Ripristina la pagina

K2 Login