Mercoledì, Ottobre 18, 2017
   
Zoom
Login

GIUDIZIO DI CASSAZIONE - RICORSO DIRETTO - CONTROVERSIE RELATIVE AI RAPPORTI DI PUBBLICO IMPIEGO PRI

GIUDIZIO DI CASSAZIONE - RICORSO DIRETTO - CONTROVERSIE RELATIVE AI RAPPORTI DI PUBBLICO IMPIEGO PRIVATIZZATO - CONTRATTI COLLETTIVI PROVINCIALI APPLICABILI NELLE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO - INTERPRETAZIONE

SENTENZA N. 24865 DEL 25/11/2005

(Sezione Lavoro, Presidente V. Mileo, Relatore G. Amororo)

La Corte esclude che il ricorso diretto per cassazione ex all’art. 64 del decreto legislativo n. 165 del 2001 possa estendersi, sia pur in via interpretativa, alla contrattazione collettiva provinciale applicabile nelle province di Trento e Bolzano, affermando che il decreto legislativo n.165 del 2001 tiene non di meno conto dell’autonomia differenziata di queste province per alcuni profili, non comprendendo, tra questi, il ricorso diretto ed immediato dell’articolo 64. Per la Corte, peraltro, l’ omessa estensione del rimedio processuale non ingenera dubbi di eventuale violazione del principio di eguaglianza atteso che il regime ordinario dell’appellabilità immediata o differita ex art. 340 cod.proc.civ. delle sentenze parziali pronunciate in primo grado, applicabile una volta escluso il ricorso immediato ex art. 64 del decreto legislativo n.165, conserva la controversia sul territorio, nel rispetto degli enti territoriali da parte del legislatore statale, anziché trasferirla dalla periferia al centro con la previsione dell’esclusiva esperibilità del ricorso diretto per cassazione.

Ripristina la pagina

K2 Login