Sabato, Dicembre 16, 2017
   
Zoom
Login

LAVORO SUBORDINATO - COSTITUZIONE DEL RAPPORTO - LAVORO A TERMINE - DIPENDENTI POSTALI (SENTENZA N.

LAVORO SUBORDINATO - COSTITUZIONE DEL RAPPORTO - LAVORO A TERMINE - DIPENDENTI POSTALI

SENTENZA N. 26989 DEL 07/12/2005

(Sezione Lavoro, Presidente G. Ianniruberto, Relatore G. Vidri)

La S.C., confermando la propria giurisprudenza secondo cui l’art. 23 della legge n.56 del 1987, che ha attribuito alla contrattazione collettiva l’identificazione delle ipotesi nelle quali è ammissibile l’apposizione di un termine al contratto di lavoro, si inserisce nel sistema delineato dalla legge n.230 del 1962, ne trae la conseguenza, in tema di legittima prosecuzione del rapporto lavorativo, che le parti sindacali, nel caso in cui il contratto collettivo fissi un preciso limite temporale per la relativa assunzione, possono, nella vigenza di detto contratto, differire tale termine (ad esempio, nel caso in cui non risulti raggiunto l’obiettivo per il quale si è proceduto all’assunzione a termine), escludendo, invece, il differimento in virtù di accordi successivi alla sua vigenza, per essere tali accordi intervenuti dopo l’acquisizione del diritto del lavoratore ad un rapporto a tempo indeterminato, diritto disponibile, ad opera delle organizzazioni sindacali, solo a seguito di uno specifico preventivo mandato ad esse rilasciato dal lavoratore.

Ripristina la pagina

K2 Login