Lunedì, Dicembre 18, 2017
   
Zoom
Login

sentenze del lavoro

PREVIDENZA - INFORTUNIO SUL LAVORO – REGRESSO DELL’INAIL - ONERE DELLA PROVA (SENTENZA N. 10529 DEL

PREVIDENZA - INFORTUNIO SUL LAVORO – REGRESSO DELL’INAIL - ONERE DELLA PROVA

SENTENZA N. 10529 DEL 23/04/2008

(Sezione Lavoro, Presidente S. Ciciretti, Relatore A. De Matteis)

La responsabilità conseguente alla violazione dell'art. 2087 cod. civ. ha natura contrattuale, sicché, al pari del lavoratore che agisca per il riconoscimento del danno da infortunio, l'Istituto assicuratore che agisca in via di regresso deve allegare e provare la esistenza dell'obbligazione lavorativa, del danno, ed il nesso causale di questo con la prestazione, mentre il datore di lavoro deve provare che il danno è dipeso da causa a lui non imputabile, e cioé di aver adempiuto al suo obbligo di sicurezza, apprestando tutte le misure per evitare il danno, e che gli esiti dannosi sono stati determinati da un evento imprevisto ed imprevedibile.

Leggi tutto: PREVIDENZA - INFORTUNIO SUL LAVORO – REGRESSO DELL’INAIL - ONERE DELLA PROVA (SENTENZA N. 10529 DEL

   

PREVIDENZA- SOCIETÀ COOPERATIVE - REGIME CONTRIBUTIVO RELATIVO AI SOCI LAVORATORI (SENTENZA N. 10543

PREVIDENZA- SOCIETÀ COOPERATIVE - REGIME CONTRIBUTIVO RELATIVO AI SOCI LAVORATORI

SENTENZA N. 10543 DEL 23/04/2008

(Sezione Lavoro, Presidente M. De Luca, Relatore A. Celentano)

La sezione Lavoro della S.C. ha precisato il regime contributivo relativo ai soci lavoratori di società cooperative, ritenendo che, in virtu' dell'art. 2, comma terzo, r.d. 28 agosto 1924 n. 1422, le cooperative sono da considerare ai fini previdenziali come datrici di lavoro, a prescindere dall’effettivo titolo giuridico del lavoro dei soci.

Leggi tutto: PREVIDENZA- SOCIETÀ COOPERATIVE - REGIME CONTRIBUTIVO RELATIVO AI SOCI LAVORATORI (SENTENZA N. 10543

   

PREVIDENZA - FONDO DI GARANZIA DELL’INPS – CESSIONE DEL TFR (SENTENZA N. 10208 DEL 23/04/2008)

PREVIDENZA - FONDO DI GARANZIA DELL’INPS – CESSIONE DEL TFR

SENTENZA N. 10208 DEL 23/04/2008

(Sezione Lavoro, Presidente S. Mattone, Relatore V. Di Nubila)

La S.C. ha chiarito che la funzione previdenziale dell'intervento del Fondo di garanzia dell'INPS, di cui all'art. 2 del d.lgs. n. 297 del 1982, non osta all'intervento del Fondo a favore del cessionario a titolo oneroso del credito relativo al trattamento di fine rapporto spettante al lavoratore.

Leggi tutto: PREVIDENZA - FONDO DI GARANZIA DELL’INPS – CESSIONE DEL TFR (SENTENZA N. 10208 DEL 23/04/2008)

   

LAVORO SUBORDINATO – PERMESSI PER RAGIONI DI STUDIO (SENTENZA N. 10344 DEL 22/04/2008)

LAVORO SUBORDINATO – PERMESSI PER RAGIONI DI STUDIO

SENTENZA N. 10344 DEL 22/04/2008

(Sezione Lavoro, Presidente S. Ciciretti, Relatore P. Picone)

L’interpretazione del c.c.n.l. applicato nella specie ha offerto alla S.C. l’occasione di affermare il principio secondo cui i permessi straordinari retribuiti possono essere concessi soltanto per frequentare i corsi indicati dalla clausola in orari coincidenti con quelli di servizio, non per le necessità connesse alla preparazione degli esami ovvero allo svolgimento di attività complementari (come, ad esempio, i colloqui con i docenti o il disbrigo di pratiche di segreteria).

Leggi tutto: LAVORO SUBORDINATO – PERMESSI PER RAGIONI DI STUDIO (SENTENZA N. 10344 DEL 22/04/2008)

   

LAVORO SUBORDINATO - PERIODO DI COMPORTO (SENTENZA N. 10352 DEL 22/04/2008)

LAVORO SUBORDINATO - PERIODO DI COMPORTO

SENTENZA N. 10352 DEL 22/04/2008

(Sezione Lavoro, Presidente S. Mattone, Relatore V. Di Nubila)

Il datore di lavoro non è tenuto ad avvisare il dipendente, assente da lungo tempo, dell’approssimarsi della scadenza del “periodo di comporto” durante il quale ha diritto alla conservazione del posto di lavoro, né a convertire d’ufficio in ferie l’assenza per malattia.

Leggi tutto: LAVORO SUBORDINATO - PERIODO DI COMPORTO (SENTENZA N. 10352 DEL 22/04/2008)

   

CONTRATTO COLLETTIVO – INTERPRETAZIONE- CENSURABILITA’ IN CASSAZIONE (SENTENZA N. 10203 DEL 18/04/20

CONTRATTO COLLETTIVO – INTERPRETAZIONE- CENSURABILITA’ IN CASSAZIONE

SENTENZA N. 10203 DEL 18/04/2008

(Sezione Lavoro, Presidente S. Senese, Relatore F. Miani Canevari)

L'interpretazione delle disposizioni collettive di diritto comune e' censurabile in sede di legittimita' solo per vizi di motivazione e violazione dei canoni legali di ermeneutica contrattuale; le censure basate sulle suddette violazioni devono essere specifiche, con indicazione dei singoli canoni ermeneutici violati e delle ragioni della asserita violazione, mentre le censure riguardanti la motivazione devono riguardare l'obiettiva insufficienza di essa o la contraddittorieta' del ragionamento su cui si fonda l'interpretazione accolta, non potendosi percio' ritenere idonea ad integrare valido motivo di ricorso per cassazione una critica del risultato interpretativo raggiunto dal giudice di merito che si risolva solamente nella contrapposizione di una diversa interpretazione ritenuta corretta dalla parte.

Leggi tutto: CONTRATTO COLLETTIVO – INTERPRETAZIONE- CENSURABILITA’ IN CASSAZIONE (SENTENZA N. 10203 DEL 18/04/20

   

LAVORO SUBORDINATO – TRANSAZIONE- DIRITTO AL RISARCIMENTO DI DANNI NON ANCORA ACCERTATI – ESCLUSIONE

LAVORO SUBORDINATO – TRANSAZIONE- DIRITTO AL RISARCIMENTO DI DANNI NON ANCORA ACCERTATI – ESCLUSIONE

SENTENZA N. 10218 DEL 18/04/2008

(Sezione Lavoro, Presidente G. Sciarelli, Relatore A. Ianniello)

L'accordo transattivo sottoscritto dal lavoratore, che contenga una dichiarazione di rinuncia "all'eventuale risarcimento danni per qualsiasi titolo", può riguardare diritti determinati od obiettivamente determinabili, per i quali vi sia il cosciente intento di abdicarvi o di transigere sui medesimi, mentre non può ritenersi rientrare nell'oggetto della transazione il diritto al risarcimento del danno biologico (nella specie, inerente il morbo di Parkinson) che si assume esser derivato dal rapporto, e che sia accertato solo successivamente.

Leggi tutto: LAVORO SUBORDINATO – TRANSAZIONE- DIRITTO AL RISARCIMENTO DI DANNI NON ANCORA ACCERTATI – ESCLUSIONE

   

AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE - OPERAZIONI DI CREDITO A MEDIO E LUNGO TERMI-NE - IMPOSTA SOSTITUTIVA - CON

AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE - OPERAZIONI DI CREDITO A MEDIO E LUNGO TERMI-NE - IMPOSTA SOSTITUTIVA - CONDIZIONI DI APPLICABILITA'

SENTENZA N. 9931 DEL 16/04/2008

(Sezione Tributaria, Presidente G. Prestipino, Relatore R. Botta)

In tema di agevolazioni tributarie per il settore creditizio, e con riferimento alle condizioni di appli-cabilità del beneficio previsto dagli artt. 15 e 17 del d.P.R. 29 settembre 1973, n. 601 per le opera-zioni di finanziamento a medio e lungo termine, la Suprema Corte, mutando orientamento rispetto alle sentenze 16 giugno 2006, n. 14046 e 26 maggio 2005, n. 11165, ha affermato che la facoltà di adempiere anticipatamente le obbligazioni assunte con il contratto di finanziamento, in quanto rico-nosciuta dalla legge come condizione di "favor" per il soggetto finanziato, quale contraente debole in un rapporto asimmetrico, non determina la decadenza dall'imposta sostitutiva delle ordinarie im-poste ipotecarie, neppure nel caso in cui detta facoltà possa essere esercitata prima che sia decorsa la durata minima contrattuale di diciotto mesi, considerata dalla norma agevolativa.

Leggi tutto: AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE - OPERAZIONI DI CREDITO A MEDIO E LUNGO TERMI-NE - IMPOSTA SOSTITUTIVA - CON

   

LAVORO SUBORDINATO - PROROGA DEL CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO - CONDIZIONI (SENTENZA N. 9

LAVORO SUBORDINATO - PROROGA DEL CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO - CONDIZIONI

SENTENZA N. 9993 DEL 16/04/2008

(Sezione Lavoro, Presidente G. Sciarelli, Relatore A. Ianniello)

La S.C. ha precisato che la proroga del contratto di lavoro a tempo determinato e' legittima se vi sia identita' dell'attivita' lavorativa rispetto a quella per la quale il contratto e' stato stipulato e ricorrano esigenze contingenti ed imprevedibili che impongano la proroga, sempre che queste ultime siano ontologicamente diverse da quelle che costituivano la ragione dell'iniziale contratto.

Leggi tutto: LAVORO SUBORDINATO - PROROGA DEL CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO - CONDIZIONI (SENTENZA N. 9

   

PROCESSO DEL LAVORO - GIUDICATO – PORTATA (SENTENZA N. 9978 DEL 16/04/2008)

PROCESSO DEL LAVORO - GIUDICATO – PORTATA

SENTENZA N. 9978 DEL 16/04/2008

(Sezione Lavoro, Presidente S. Senese, Relatore P. Stile)

Il giudicato, formatosi con la sentenza intervenuta tra le parti, copre non solo il dedotto ma anche il deducibile in relazione al medesimo oggetto, sicché, qualora si sia formato il giudicato sul debito relativo agli accessori da ritardata corresponsione di una prestazione (nella specie, il tfr), resta preclusa una nuova domanda di riliquidazione della prestazione medesima, ancorche' fondata su ragioni non dedotte - ma tuttavia deducibili- nel precedente giudizio.

Leggi tutto: PROCESSO DEL LAVORO - GIUDICATO – PORTATA (SENTENZA N. 9978 DEL 16/04/2008)

   

Pagina 6 di 16

300p250_MOL_coppia
300p250 Grunge
Ripristina la pagina

K2 Login