Lunedì, Dicembre 18, 2017
   
Zoom
Login

sentenze del lavoro

GIUDIZIO DI CASSAZIONE – QUESITO DI DIRITTO (SENTENZA N. 11535 DEL 09/05/2008)

GIUDIZIO DI CASSAZIONE – QUESITO DI DIRITTO

SENTENZA N. 11535 DEL 09/05/2008

(Sezione Terza Civile, Presidente M. Fantacchiotti, Relatore G. Urban)

Nell’elaborazione dei canoni di redazione del quesito di diritto, la Suprema Corte ha precisato che il quesito di diritto costituisce il punto di congiunzione tra la risoluzione del caso specifico e l’enunciazione del principio giuridico generale, risultando altrimenti inadeguata e quindi non ammissibile l’investitura stessa del giudice di legittimità. Ne deriva che la parte deve evidenziare sia il nesso tra la fattispecie ed il principio di diritto che si chiede venga affermato, sia, per ciascun motivo di ricorso il principio, diverso da quello posto alla base del provvedimento impugnato, la cui auspicata applicazione potrebbe condurre ad una decisione di segno diverso.

Leggi tutto: GIUDIZIO DI CASSAZIONE – QUESITO DI DIRITTO (SENTENZA N. 11535 DEL 09/05/2008)

   

PROCESSO CIVILE – SOSTITUZIONE DEL GIUDICE ISTRUTTORE QUALE RELATORE AL COLLEGIO (SENTENZA N. 11506

PROCESSO CIVILE – SOSTITUZIONE DEL GIUDICE ISTRUTTORE QUALE RELATORE AL COLLEGIO

SENTENZA N. 11506 DEL 09/05/2008

(Sezione Terza Civile, Presidente L. F. Di Nanni, Relatore P. D'Amico)

Il provvedimento di sostituzione del giudice istruttore (con altro relatore al collegio) non richiede espressa motivazione e può essere anche orale, e viene emesso nell’esercizio di un’attività discrezionale che resta insindacabile in sede di legittimità, tanto più che la violazione del principio di immutabilità del giudice istruttore e della composizione del collegio giudicante è una mera irregolarità di carattere interno e come tale non incidente sulla validità dell’atto né su quella del giudizio o della sentenza.

Leggi tutto: PROCESSO CIVILE – SOSTITUZIONE DEL GIUDICE ISTRUTTORE QUALE RELATORE AL COLLEGIO (SENTENZA N. 11506

   

CONTRATTI- MEDIAZIONE IMMOBILIARE - COMPENSO PER CONCLUSIONE DI LEASING (SENTENZA N. 11521 DEL 09/05

CONTRATTI- MEDIAZIONE IMMOBILIARE - COMPENSO PER CONCLUSIONE DI LEASING

SENTENZA N. 11521 DEL 09/05/2008

(Sezione Terza Civile, Presidente M. Fantacchiotti, Relatore P. D'Amico)

Nella mediazione, la maturazione del diritto alla provvigione non deriva tanto dalla conclusione del contratto, ma “dall’affare”, termine che comprende qualsiasi operazione di contenuto economico che si risolva, a prescindere dalla forma negoziale adoperata, in un’utilità di carattere patrimoniale in relazione all’obiettivo prefisso dalle parti; ne consegue che la conclusione di una compravendita tramite locazione finanziaria può considerarsi, in relazione agli obiettivi perseguiti dalle parti, affare identico alla compravendita stessa ai fini della maturazione del diritto alla provvigione in capo al mediatore.

Leggi tutto: CONTRATTI- MEDIAZIONE IMMOBILIARE - COMPENSO PER CONCLUSIONE DI LEASING (SENTENZA N. 11521 DEL 09/05

   

LAVORO SUBORDINATO – OBBLIGHI FORMATIVI A CARICO DEL DATORE DI LAVORO (SENTENZA N. 11142 DEL 07/05/2

LAVORO SUBORDINATO – OBBLIGHI FORMATIVI A CARICO DEL DATORE DI LAVORO

SENTENZA N. 11142 DEL 07/05/2008

(Sezione Lavoro, Presidente S. Ciciretti, Relatore P. Picone)

Non sussiste, in via generale, un obbligo, a carico del datore di lavoro, di curare la formazione professionale del dipendente; ove, tuttavia, vengano introdotte radicali innovazioni nei sistemi e metodi di lavoro, tali da incidere, modificandoli, sugli originari contenuti della prestazione lavorativa, il datore di lavoro ha l'obbligo, in relazione alle clausole generali di correttezza e buona fede nell'esecuzione del contratto, di predisporre strumenti formativi idonei a consentire il necessario aggiornamento professionale del dipendente.

Leggi tutto: LAVORO SUBORDINATO – OBBLIGHI FORMATIVI A CARICO DEL DATORE DI LAVORO (SENTENZA N. 11142 DEL 07/05/2

   

LAVORO SUBORDINATO – TUTELA DELLE CONDIZIONI DI LAVORO - LOCALI AZIENDALI PER LA VESTIZIONE DEI LAVO

LAVORO SUBORDINATO – TUTELA DELLE CONDIZIONI DI LAVORO - LOCALI AZIENDALI PER LA VESTIZIONE DEI LAVORATORI

SENTENZA N. 11136 DEL 07/05/2008

(Sezione Lavoro, Presidente S. Mattone, Relatore D. Figurelli)

Il datore di lavoro è tenuto ad apprestare appositi locali aziendali a spogliatoi, ed a metterli a disposizione dei dipendenti, allorquando costoro debbano indossare indumenti di lavoro destinati alla protezione ed alla tutela della loro salute (come la tuta di lavoro dell'elettricista o la tuta ignifuga del vigile del fuoco), nonché a garantire l'igiene e la sicurezza nei luoghi di lavoro e a migliorare le condizioni igieniche in cui viene a trovarsi il lavoratore nello svolgimento delle sue incombenze (come la divisa dell'operatore ecologico), dovendosi escludere, dall'ambito di operatività della disposizione in materia, qualsiasi riferimento a divise o a forme di abbigliamento funzionalizzate ad altre e diverse esigenze, quali l’identificazione del soggetto datoriale.

Leggi tutto: LAVORO SUBORDINATO – TUTELA DELLE CONDIZIONI DI LAVORO - LOCALI AZIENDALI PER LA VESTIZIONE DEI LAVO

   

PREVIDENZA - FONDO DI GARANZIA DELL’INPS – INTERESSI CONTRATTUALI ULTRA LEGALI (SENTENZA N. 11009 DE

PREVIDENZA - FONDO DI GARANZIA DELL’INPS – INTERESSI CONTRATTUALI ULTRA LEGALI

SENTENZA N. 11009 DEL 05/05/2008

(Sezione Lavoro, Presidente S. Ciciretti, Relatore G. Bandini)

La prestazione che il Fondo di garanzia dell'INPS, di cui all'art. 2 della legge n. 297 del 1982, è tenuto a pagare ai lavoratori, in sostituzione del datore di lavoro insolvente, si identifica con l'oggetto del credito allo stesso titolo ammesso al passivo del fallimento, e comprende, oltre al tfr, gli accessori dovuti dal datore di lavoro nella specifica misura prevista dal c.c.n.l., ed anche oltre il tasso legale.

Leggi tutto: PREVIDENZA - FONDO DI GARANZIA DELL’INPS – INTERESSI CONTRATTUALI ULTRA LEGALI (SENTENZA N. 11009 DE

   

LAVORO SUBORDINATO - LICENZIAMENTO DISCIPLINARE (SENTENZA N. 10706 DEL 24/04/2008)

LAVORO SUBORDINATO - LICENZIAMENTO DISCIPLINARE

SENTENZA N. 10706 DEL 24/04/2008

(Sezione Lavoro, Presidente S. Ciciretti, Relatore A. Ianniello)

Lo svolgimento di altra attività lavorativa da parte del dipendente assente per malattia può legittimare il licenziamento sia nel caso in cui l’attività esterna sia di per sé sufficiente a far presumere l’inesistenza della malattia, sia se la stessa attività, valutata ex ante, possa pregiudicare la guarigione ed il rientro del lavoratore in servizio.

Leggi tutto: LAVORO SUBORDINATO - LICENZIAMENTO DISCIPLINARE (SENTENZA N. 10706 DEL 24/04/2008)

   

SALUTE – DIRITTO ALL’EROGAZIONE, DA PARTE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE, DI CURE TEMPESTIVE NON O

SALUTE – DIRITTO ALL’EROGAZIONE, DA PARTE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE, DI CURE TEMPESTIVE NON OTTENIBILI DAL SERVIZIO PUBBLICO – CONDIZIONI

SENTENZA N. 10692 DEL 24/04/2008

(Sezione Lavoro, Presidente S. Senese, Relatore F. Miani Canevari)

La sussistenza del diritto all’erogazione, da parte del Servizio Sanitario Nazionale, di cure tempestive non ottenibili dal servizio pubblico, ove siano prospettati motivi di urgenza suscettibili di esporre la salute a pregiudizi gravi ed irreversibili, deve essere accertata sulla base dei presupposti richiesti dalla disciplina dettata in materia sanitaria e in base al principio di appropriatezza ed efficacia, ivi enunciato, i benefici conseguibili con la prestazione richiesta devono essere posti a confronto con l'incidenza della pratica terapeutica sulle condizioni di vita del paziente, dovendosi considerare in particolare, in relazione ai limiti anche temporali del recupero delle capacità funzionali, la compromissione degli interessi di socializzazione della persona, derivante dalla durata e gravosità dell'impegno terapeutico (principio affermato con riferimento alla terapia Dikul)

Leggi tutto: SALUTE – DIRITTO ALL’EROGAZIONE, DA PARTE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE, DI CURE TEMPESTIVE NON O

   

TRIBUTI - ACCERTAMENTO FISCALE - AUTOTRASPORTATORI (SENTENZA N. 10277 DEL 24/04/2008)

TRIBUTI - ACCERTAMENTO FISCALE - AUTOTRASPORTATORI

SENTENZA N. 10277 DEL 24/04/2008

(Sezione Tributaria, Presidente E. Papa, Relatore E. Marigliano)

La Corte torna ad affermare (come già Cass. n. 27068 del 2006) che in tema di rettifica delle dichiarazioni dei redditi d'impresa, mentre in presenza di irregolarità della contabilità meno gravi, l'amministrazione può procedere a rettifica analitica, utilizzando gli stessi dati forniti dal contribuente, ovvero dimostrando, anche per presunzioni, purché munite dei requisiti di cui all'art. 2729 cod. civ., l'inesattezza o incompletezza delle scritture medesime, se constata un'inattendibilità globale delle scritture, l'ufficio è autorizzato, ai sensi del successivo secondo comma, a procedere in via induttiva, avvalendosi anche di semplici indizi sforniti dei requisiti necessari per costituire prova presuntiva.

Leggi tutto: TRIBUTI - ACCERTAMENTO FISCALE - AUTOTRASPORTATORI (SENTENZA N. 10277 DEL 24/04/2008)

   

LAVORO – ISCRIZIONE NELLE LISTE DEL COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO – LEGITTIMAZIONE PASSIVA NEI GIUDIZI R

LAVORO – ISCRIZIONE NELLE LISTE DEL COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO – LEGITTIMAZIONE PASSIVA NEI GIUDIZI RELATIVI

SENTENZA N. 10538 DEL 23/04/2008

(Sezione Lavoro, Presidente S. Ciciretti, Relatore P. Picone)

Nel regime successivo al trasferimento alle regioni delle funzioni del collocamento obbligatorio ed alle province dei compiti relativi all'iscrizione nelle relative liste, la domanda volta ad ottenere l'accertamento del diritto soggettivo all'iscrizione negli elenchi del collocamento obbligatorio e' ritualmente promossa nei confronti della provincia, trattandosi dell'amministrazione tenuta ad effettuare detta iscrizione in presenza dei requisiti di legge; detta legittimazione passiva, pertanto, non puo' escludersi per il fatto che, nel richiedere giudizialmente tale iscrizione, sia impugnata la valutazione medica espressa da un organismo - la commissione medica di verifica- operante nell'ambito del ministero e non della provincia.

Leggi tutto: LAVORO – ISCRIZIONE NELLE LISTE DEL COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO – LEGITTIMAZIONE PASSIVA NEI GIUDIZI R

   

Pagina 5 di 16

300p250_MOL_coppia
300p250 Grunge
Ripristina la pagina

K2 Login