Lunedì, Dicembre 18, 2017
   
Zoom
Login

sentenze del lavoro

PREVIDENZA – CLASSIFICAZIONE DEI DATORI DI LAVORO A FINI PREVIDENZIALI – OMESSA DICHIARAZIONE DI VAR

PREVIDENZA – CLASSIFICAZIONE DEI DATORI DI LAVORO A FINI PREVIDENZIALI – OMESSA DICHIARAZIONE DI VARIAZIONE DI ATTIVITA’ – RILEVANZA

SENTENZA N. 13383 DEL 23/05/2008

(Sezione Lavoro, Presidente e Relatore M. De Luca)

In materia di classificazione dei datori di lavoro ai fini previdenziali, l'omessa comunicazione dei mutamenti intervenuti nell'attività svolta dall'azienda è da equiparare all'ipotesi delle dichiarazioni inesatte di cui al comma 8 dell’art. 3 della legge n. 335 del 1995, essendo comune alle due ipotesi la “ratio” di assicurare la corrispondenza della classificazione alla effettiva attività dei datori di lavoro.

Leggi tutto: PREVIDENZA – CLASSIFICAZIONE DEI DATORI DI LAVORO A FINI PREVIDENZIALI – OMESSA DICHIARAZIONE DI VAR

   

ASSISTENZA PUBBLICA – CREDITI PER PRESTAZIONI ASSISTENZIALI – ANATOCISMO – INAPPLICABILITA’ (SENTENZ

ASSISTENZA PUBBLICA – CREDITI PER PRESTAZIONI ASSISTENZIALI – ANATOCISMO – INAPPLICABILITA’

SENTENZA N. 13213 DEL 22/05/2008

(Sezione Lavoro, Presidente F. Miani Canevari, Relatore P. Picone)

In riferimento agli interessi che maturano, unitamente alla rivalutazione monetaria, sui crediti soggetti alla disciplina dettata dall'art. 429, terzo comma, cod. proc. civ., tra cui, segnatamente, anche i crediti assistenziali divenuti esigibili prima dell'entrata in vigore dell'art. 16, comma 6, della legge n. 412 del 1991, non può trovare applicazione la disciplina generale in materia di anatocismo recata dall'art. 1283 cod. civ..

Leggi tutto: ASSISTENZA PUBBLICA – CREDITI PER PRESTAZIONI ASSISTENZIALI – ANATOCISMO – INAPPLICABILITA’ (SENTENZ

   

LAVORO SUBORDINATO - CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO - REGIME SUCCESSIVO ALL'ENTRATA IN VIGO

LAVORO SUBORDINATO - CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO - REGIME SUCCESSIVO ALL'ENTRATA IN VIGORE DEL D.LGS. N. 368 DEL 2001

SENTENZA N. 12985 DEL 21/05/2008

(Sezione Lavoro, Presidente S. Mattone, Relatore V. Nobile)

In tema di contratto di lavoro a tempo determinato nel regime successivo all'entrata in vigore del d.lgs. n. 368 del 2001, la S.C. ha statuito che in caso di insussistenza delle ragioni giustificative previste dall'art. 1 del citato decreto legislativo, pur anteriormente all'entrata in vigore del comma "premesso" dall'art. 39 della legge n. 247 del 2007, e pur in assenza di una norma che sanzioni, espressamente, la mancanza delle dette ragioni, all’illegittimità del termine, e alla nullità della relativa clausola, consegue l’invalidità parziale del contratto e l'instaurarsi di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato alla stregua dei principi generali in materia di nullità parziale e di eterointegrazione del contratto e dell’interpretazione del citato art. 1 in conformità del quadro delineato dalla direttiva comunitaria e dal sistema generale dei profili sanzionatori nel rapporto di lavoro subordinato, tracciato da Corte cost. n. 210 del 1992.

Leggi tutto: LAVORO SUBORDINATO - CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO - REGIME SUCCESSIVO ALL'ENTRATA IN VIGO

   

LAVORO - VOLONTARIATO (SENTENZA N. 12964 DEL 21/05/2008)

LAVORO - VOLONTARIATO

SENTENZA N. 12964 DEL 21/05/2008

(Sezione Lavoro, Presidente S. Mattone, Relatore V. Di Nubila)

La prestazione di volontariato, per sua natura gratuita e spontanea, non è soggetta alla disciplina sul volontariato ma alla disciplina giuslavoristica del rapporto di lavoro se, indipendentemente dal nomen iuris, il volontario sia assunto e retribuito con un compenso che superi il mero rimborso spese.

Leggi tutto: LAVORO - VOLONTARIATO (SENTENZA N. 12964 DEL 21/05/2008)

   

LAVORO SUBORDINATO - TEMPO DI LAVORO - OBBLIGO DEL DATORE DI LAVORO DI FAR CONOSCERE I TURNI DI SERV

LAVORO SUBORDINATO - TEMPO DI LAVORO - OBBLIGO DEL DATORE DI LAVORO DI FAR CONOSCERE I TURNI DI SERVIZIO CON RAGIONEVOLE PREAVVISO - VIOLAZIONE - DANNO ALLA VITA DI RELAZIONE DEL LAVORATORE

SENTENZA N. 12962 DEL 21/05/2008

(Sezione Lavoro, Presidente S. Senese, Relatore P. Stile)

In controversia relativa a fattispecie in cui i dipendenti a tempo pieno di una società di pubblici servizi avevano lamentato di essere messi a conoscenza dei turni di servizio senza adeguato anticipo rispetto al giorno di svolgimento della prestazione lavorativa, chiedendo il risarcimento del danno alla vita di relazione derivato da tale situazione, la S.C. ha affermato che, anche nei rapporti a tempo pieno, il tempo libero ha una sua specifica importanza, stante il rilievo sociale che assume lo svolgimento da parte del lavoratore di attività extralavorative (o relative a un secondo lavoro, ove non sia prevista esclusiva), sicché l'obbligo datoriale di affissione in luoghi accessibili dei turni di servizio di cui all'art. 10 della legge n. 138 del 1958 dev’essere inteso come diretto a consentire al lavoratore di conoscere in via anticipata, in un termine ragionevole, i propri impegni lavorativi, al fine di una programmazione del proprio tempo libero.

Leggi tutto: LAVORO SUBORDINATO - TEMPO DI LAVORO - OBBLIGO DEL DATORE DI LAVORO DI FAR CONOSCERE I TURNI DI SERV

   

PREVIDENZA - PENSIONE DEL LAVORATORE MIGRANTE - INTEGRAZIONE AL MINIMO (SENTENZA N. 12965 DEL 21/05/

PREVIDENZA - PENSIONE DEL LAVORATORE MIGRANTE - INTEGRAZIONE AL MINIMO

SENTENZA N. 12965 DEL 21/05/2008

(Sezione Lavoro, Presidente G. Sciarelli, Relatore M. La Terza)

La pensione virtuale del lavoratore migrante va calcolata, comprendendovi l'integrazione al minimo, solo previo accertamento che l'interessato sia in possesso dei limiti reddituali previsti dalla legge italiana, mentre se detto limite venga superato, la pensione virtuale va calcolata senza includervi l'integrazione.

Leggi tutto: PREVIDENZA - PENSIONE DEL LAVORATORE MIGRANTE - INTEGRAZIONE AL MINIMO (SENTENZA N. 12965 DEL 21/05/

   

LAVORO PUBBLICO - PRESTAZIONE DI LAVORO SUBORDINATO SVOLTA ALLE DIPENDENZE DI UN ENTE PUBBLICO NON E

LAVORO PUBBLICO - PRESTAZIONE DI LAVORO SUBORDINATO SVOLTA ALLE DIPENDENZE DI UN ENTE PUBBLICO NON ECONOMICO IN VIOLAZIONE DI NORME IMPERATIVE - DIPENDENTI DELLE UNIVERSITÀ

SENTENZA N. 12749 DEL 20/05/2008

(Sezione Lavoro, Presidente M. De Luca, Relatore G. Amoroso)

Il principio per cui la prestazione di lavoro subordinato svolta alle dipendenze di un ente pubblico non economico in violazione di norme imperative deve essere qualificata come pubblico impiego, ai sensi e per gli effetti dell'art. 2126 cod. civ., con conseguente diritto del dipendente ai relativi compensi e alla regolarizzazione della posizione contributiva previdenziale, secondo le regole previste per gli impiegati pubblici, si applica anche ai dipendenti delle Università, per le quali, anche a seguito dell'autonomia loro riconosciuta, non è stata introdotta alcuna norma di modifica del regime pensionistico dei dipendenti, che rimane omogeneo a quello dei dipendenti delle altre amministrazioni statali.

Leggi tutto: LAVORO PUBBLICO - PRESTAZIONE DI LAVORO SUBORDINATO SVOLTA ALLE DIPENDENZE DI UN ENTE PUBBLICO NON E

   

RISARCIMENTO DANNI - DANNO DIFFERENZIALE PER INFORTUNIO SUL LAVORO - AZIONE DIRETTA DEL LAVORATORE N

RISARCIMENTO DANNI - DANNO DIFFERENZIALE PER INFORTUNIO SUL LAVORO - AZIONE DIRETTA DEL LAVORATORE NEI CONFRONTI DELL’ASSICURATORE DEL DATORE DI LAVORO - QUESTIONE DI LEGITTIMITÀ COSTITUZIONALE

ORDINANZA N. 11921 DEL 13/05/2008

(Sezione Lavoro, Presidente S. Ciciretti, Relatore A. De Matteis)

La S.C. ha dichiarato rilevante e non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 1917, secondo comma, c.c., per lesione degli artt. 3, 35, 24 e 111 Cost., nella parte in cui non prevede azione diretta del lavoratore per il credito risarcitorio da danno differenziale per infortunio sul lavoro nei confronti dell’assicuratore del datore di lavoro.

Leggi tutto: RISARCIMENTO DANNI - DANNO DIFFERENZIALE PER INFORTUNIO SUL LAVORO - AZIONE DIRETTA DEL LAVORATORE N

   

AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE DI CARATTERE TERRITORIALE – NUOVE INIZIATIVE PRODUTTIVE NEI TERRITORI DEL ME

AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE DI CARATTERE TERRITORIALE – NUOVE INIZIATIVE PRODUTTIVE NEI TERRITORI DEL MEZZOGIORNO

SENTENZA N. 11747 DEL 12/05/2008

(Sezione Tributaria, Presidente B. Saccucci, Relatore G. V.A. Magno)

In tema di agevolazioni tributarie, la Corte ha affermato che l'esenzione decennale dall'ILOR prevista dall'art. 101 del d.P.R. 6 marzo 1978, n. 218 per gli stabilimenti industriali tecnicamente organizzati che si impiantano nei territori del Mezzogiorno è cumulabile con quella prevista dall'art. 102 dello stesso d.P.R. per gli utili reinvestiti nei medesimi territori: premesso che le due tipologie di esenzione si distinguono tra loro per il fatto che la prima concerne genericamente il reddito, indi-pendentemente dall'utilizzo che ne faccia l'imprenditore, mentre la seconda è condizionata al suo reimpiego in iniziative industriali, la Corte ha ritenuto che lo stesso reddito che abbia beneficiato della prima esenzione può trovarsi, in quanto reinvestito, nella condizione di poter fruire anche nella seconda, ed ha precisato che in tal caso l'esenzione prevista dall'art. 102 è applicabile anche sulla parte di reddito che residua a seguito dell'applicazione di quella di cui all'art. 101, ed entro i limiti di questa parte.

Leggi tutto: AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE DI CARATTERE TERRITORIALE – NUOVE INIZIATIVE PRODUTTIVE NEI TERRITORI DEL ME

   

CONTRATTI – FALSUS PROCURATOR – RATIFICA TACITA (SENTENZA N. 11509 DEL 09/05/2008)

CONTRATTI – FALSUS PROCURATOR – RATIFICA TACITA

SENTENZA N. 11509 DEL 09/05/2008

(Sezione Terza Civile, Presidente L. F. Di Nanni, Relatore G. Levi)

La ratifica del negozio concluso dal falsus procurator, che lo rende efficace nei confronti del dominus, può essere fatta implicitamente, ad esempio mediante l’accettazione della somma riscossa dal falsus procurator, mentre non occorre la forma scritta, neppure ove tale sia la forma dell’atto seguita di fatto dal falsus procurator (in quanto prescritta ad probationem dalla legge).

Leggi tutto: CONTRATTI – FALSUS PROCURATOR – RATIFICA TACITA (SENTENZA N. 11509 DEL 09/05/2008)

   

Pagina 4 di 16

300p250_MOL_coppia
300p250 Grunge
Ripristina la pagina

K2 Login