Mercoledì, Settembre 03, 2014
   
Zoom
Login

Atto di intervento nella procedura esecutiva ex art. 551 c.p.c.

Tribunale Civile di [completare]

Giudice dell'esecuzione

Atto di intervento nella procedura esecutiva ex art. 551 c.p.c.

per il/la Sig./Sig.ra [inserire nome del creditore], elettivamente domiciliato/a in [inserire città e via dello studio legale], presso lo studio dell'avv. [inserire nome e cognome del legale], che lo/la rappresenta e difende giusta procura a margine [ovvero in calce, ovvero: a margine dell’atto di precetto notificato il (…) unitamente al titolo] del presente atto,

creditore intervenuto

contro

il/la Sig. / Sig.ra [inserire nome e cognome del datore di lavoro; ovvero se si tratta di datore di lavoro persona giuridica inserire nome della società es. S.p.A. Rossi in persona del legale rappresentante pro tempore] domiciliato/a [inserire indirizzo del datore di lavoro persona fisica], [ovvero nel caso di datore di lavoro persona giuridica: con sede in … via … ]

debitore esecutato

contro

per il/la Sig./Sig.ra [inserire nome del creditore], elettivamente domiciliato/a in [inserire città e via dello studio legale], presso lo studio dell'avv. [inserire nome e cognome del legale], che lo/la rappresenta e difende giusta procura a margine [ovvero in calce] del presente atto,

creditore procedente

nonché contro

[inserire dati del terzo pignorato, frequentemente si tratta di un’Agenzia di un Istituto di Credito],

terzo pignorato

* * *

Il /la Sig./ Sig.ra [inserire nome e cognome del creditore intervenuto] a mezzo del suo procuratore costituito in giudizio, espone quanto segue:

  1. Il/la Sig. / Sig.ra [completare] è creditore del terzo pignorato [completare] della somma di € [completare]

  2. A tale fine si evidenzia che il credito è certo, liquido ed esigibile, come si può agevolmente dimostrare. Infatti [completare]

  3. Giova evidenziare inoltre che il credito in questione, appartiene alla categoria dei crediti privilegiati trattandosi di credito di lavoro;

  4. Infine il/la Sig./Sig.ra [completare con il nome del debitore] non ha ancora adempiuto, come era suo onere, al pagamento di tale debito.

Tanto ritenuto il /la Sig. / Sig.ra [inserire nome della creditore intervenuto], come in epigrafe rappresentato/a e difeso/a, dichiara di intervenire nella procedura esecutiva R.G. n. [completare con gli estremi del procedimento], pendente presso codesto Tribunale di [completare], avente ad oggetto azione di pignoramento presso terzi promossa dal creditore [completare con i dati del creditore procedente] contro il debitore [completare] ed il terzo pignorato [completare].

A tale fine

chiede

l'assegnazione della somma di € [completare] oltre spese, diritti ed onorari della procedura esecutiva.

[completare con luogo e data]

[completare con la sottoscrizione dell’avvocato]

 

  NOTE


1.FINALITA’: questo tipo di atto viene utilizzato dal creditore per intervenire nella espropriazione presso terzi. Possono intervenire, secondo quanto stabilito dall’art. 499 c.p.c. i creditori che hanno un credito fondato su un titolo esecutivo e i creditori che al momento del pignoramento avevano eseguito un sequestro sui beni pignorati o avevano un diritto di prelazione o di pegno iscritto nei pubblici registri, o erano titolari di un credito consistente in una somma di denaro iscritto nei registri contabili ex art. 2214 c.c.

2.FORMALITA’: la procedura di intervenuto deve essere esperita all’udienza fissata per la dichiarazione del terzo o dopo l’udienza di distribuzione ma in queste due ultime ipotesi si considera tardiva con la conseguenza che tali creditori concorrono alla distribuzione della parte della somma ricavata che residua dopo il soddisfacimento del diritto del creditore procedente e dei creditori intervenuti tempestivamente.

3.RIFERIMENTI NORMATIVI: Codice di procedura civile: art. 525, 526, 551




 

Ripristina la pagina

K2 Login